Fisioterapia a Lugano

Phisiolab.

Al centro del tuo benessere fisico.

Aree d'intervento

Riabilitazione.

Scopri le nostre aree di intervento riabilitative.

Chi siamo.

Phisiolab sa nasce dall’idea di far diventare la riabilatazione osteo articolare e neurologica un laboratorio in grado di coniugare la terapia manuale alle apparecchiature tecnologiche piu’ moderne in modo sinergico contribuendo a velocizzare la guarigione dei nostri pazienti.

L’aggiornamento e la continua ricerca di tecniche innovative abbinata alle nuove tecnologie contribuiscono all’ottenimento del risultato in termini di qualità ed efficienza.

Il nostro obiettivo è il recupero fisico e motorio di qualunque patologia sia nel post intervento chirurgico, nell’ambito della patologia sportiva o in qualsiasi problematica osteo articolare e/o muscolare nella normale evoluzione della vita. Gli atleti professionisti, i giovani sportivi, gli adulti sedentari, gli anziani possono così usufruire della più moderna e sofisticata tecnologia per riconquistare salute e benessere.

Per il pieno recupero del paziente è importante individuare un progetto riabilitativo a doc con un lavoro di equipe formate da più figure professionali.

Le nostre Aree d'Intervento.

Controllo del dolore e della reazione infiammatoria

È la fase dedicata all’avviamento di un programma di riabilitazione volta alla risoluzione del dolore.

In alternativa ai farmaci, costituiscono un valido presidio le terapie fisiche, basate su principi fisici e meccanismi biologici certi. L’utilizzo di apparecchiature del calore in maniera controllata, come l’ipertermia e la Tecar, ricoprono un ruolo fondamentale nel coadiuvare il lavoro del fisioterapista.

Recupero dell’articolarità.

L’obiettivo di questa fase è il recupero dell’articolarità e il ripristino di un movimento specifico senza dolore. La nostra esperienza è fondamentale, se l’intervento è troppo aggressivo si rischia l’aumento del quadro infiammatorio, se troppo prudente si rischia la rigidità.

Recupero della forza e della resistenza muscolare.

Si lavora per il ripristino della forza con carichi progressivi che devono essere dosati come una vera e propria medicina. Il muscolo non deve diventare solo forte, ma deve sapersi allungare e proteggere l’articolazione.

Recupero della coordinazione.

Ogni trauma o lesione che interessi i tessuti osteoarticolari determina alterazioni della percezione di cinestesia e propriocezione, che deve essere ripristinata perché il recupero funzionale sia davvero completo. In questa fase sono vantaggiose alcune applicazioni specifiche del lavoro elastico controllato e gli strumenti per la propriocezione.

Recupero dell’abilità gesto-specifica.

In questa fase si viene a stabilire un netto collegamento con quella precedente: solide basi neuromotorie presuppongono ottimi risultati gesto-specifici. Emerge l’importanza dell’intervento di sedute sul campo per gli atleti per poterli integrare nel miglior modo possibile con il recupero del gesto atletico. Per i pazienti non sportivi, invece, si prevedono esercizi con gesti specifici che simulano le attività di vita quotidiana  o comunque con minori richieste agonistiche.

Un progetto di cura per il tuo benessere.

Sfoglia le seguenti sezioni per scoprire le nostre Terapie Fisiche.

Negli ultimi anni questa terapia è divenuta sempre più popolare in ambito fisioterapico, soprattutto nel trattamento di traumi e infiammazioni-scheletriche. Questa sua diffusione è frutto delle proprietà che la contraddistinguono e che rappresentano i suoi punti di forza: la versatilità d’applicazione, l’efficacia (anche in poche sedute), la sensazione piacevole che genera e lascia nei pazienti. Ma cos’è esattamente la Tecarterapia? Quali benefici comporta?

tecar terapia lugano

La Tecarterapia, chiamata anche solamente Tecar (acronimo per Trasferimento energetico capacitivo e resistivo) è una terapia relativamente recente che ha preso piede ultimamente in quanto notevolmente utile nell’eliminare dolore e infiammazione a carico di articolazioni, muscoli e colonna vertebrale. La Tecar è infatti indicata per trattare sia problematiche acute che croniche, e si è mostrata particolarmente efficace nella cura di patologie articolari e muscolari, traumi, tendinopatie, patologie dei nervi, dolori e infiammazioni di varia natura.

Per svolgere la sua funzione di trasferimento energetico e produrre gli effetti benefici di cui abbiamo parlato, la tecarterapia si avvale di un macchinario particolare (che genera un campo magnetico ad elevata frequenza sfruttando il principio del condensatore) collegato ad una piastra metallica, che funge da “messa a terra” e chiude il circuito, e un manipolo, che può essere capacitivo (costituito da una speciale ceramica) oppure resistivo (composto da una lega di metallo), e che viene passato da un esperto sulla zona da trattare. Nella zona compresa tra la piastra e il cono d’azione del manipolo, si genera, proprio per effetto del campo magnetico, un flusso energetico, il quale, attraversando i tessuti, li riscalda dall’interno. Questo aumento di temperatura, definito “endogeno” proprio perchè si sviluppa dall’interno e vi resta concentrato (il macchinario è infatti in grado di stimolare la produzione di calore interna del corpo stesso ), innesca una cascata di reazioni benefiche nell’organismo, che contribuiscono a rendere più veloce il processo di recupero: il calore infatti favorisce la vasodilatazione a livello dei vasi sanguigni e linfatici nella zona trattata, determinando così un maggiore afflusso di sangue. Ciò concretamente significa che il corpo viene aiutato e stimolato ad autoguarirsi da solo, in quanto viene resa più rapida la risoluzione del processo infiammatorio in atto e lo smaltimento dei suoi cataboliti. La maggiore vascolarizzazione che si viene a determinare favorisce inoltre il rilassamento dei tessuti (soprattutto quello connettivo e muscolare) e il drenaggio del gonfiore (edemi ed ematomi). Tutto ciò determina il risultato finale: la riduzione della sintomatologia dolorosa e il ripristino della fisiologica funzionalità del distretto trattato.

L’elettrostimolazione è una terapia fisioterapica nata fortuitamente negli anni 70 e utilizzata in campo riabilitativo e medico. L’elettrostimolatore, trova ausilio riabilitativo efficace nel trattamento dell’ipotrofia muscolare post-infortunio, oppure per eliminare il dolore con una corrente localizzata di tipo antalgico (TENS). Oggi viene sfruttata con successo in campo sportivo (ciclismo, calcio ecc.).

Per poter avvenire c’è bisogno di una creazione di un campo elettrico che raggiunge le placche neuromotrici, che “stimolate” determinano una contrazione del muscolo sottoposto a stimolo. Per i risultati straordinari che produce, i vari preparatori atletici, utilizzano abitualmente questo metodo di allenamento come complemento alle normali tecniche di muscolazione. La possibilità di agire selettivamente su singoli “canali” permette all’operatore di agire in maniera selettiva su singoli muscoli o su gruppi muscolari scegliendo varie grandezze degli elettrodi.

Il Dynamix può essere definito come concept integrato per trattamenti in fisioterapia e medicina dello sport. Trova applicazione nella fisioterapia, con particolare efficacia nel trattamento di Artropatie, calcificazioni, dolori miofasciali, tendinopatie, distrazioni e tossicosi – F.T.R.

Inoltre, è applicabile nella riabilitazione di patologie osteo-articolari, muscolo-tendinee indotte da stati infiammatori e stati cronici degenerativi. Ecco nel dettaglio le tre tipologie di applicazioni:

1) F.T.R. – I trattamenti prevedono l’uso esclusivo e combinato di:

  • D.A.C.U. diatermia meccanica controllata, in grado di produrre la stabilizzazione della matrice extracellulare, aumento della conduzione nervosa, alterazione della perfusione vascolare ed aumento della soglia nocicettiva.
    • C.A.D. diatermia elettromagnetica controllata, pulsata e continua, in grado di produrre un aumento della temperatura a differenti livelli di profondità, un effetto decontratturante, stimolante del metabolismo tissutale ed un aumento del microcircolo periferico sia venoso che linfatico.
    • M.T.D. è un trattamento non invasivo che utilizza una corrente a bassa frequenza che determina un aumento della permeabilità dei tessuti per favorire la penetrazione di sostanze sia a basso che ad alto peso molecolare.

2) NEUROKINESITERAPIA – Trattamento di stati algici neurogeni, indotti da stati irritativi associati a sindromi algiche ed intrappolamenti nervosi.

La Neurostimolazione con microcorrenti modulate in frequenza supporta il riabilitatore nel trattamento del paziente, sia nella gestione del dolore che nella ottimizzazione della rieducazione funzionale. Con la Neuromodulazione si agisce in modo diretto sul dolore neurogeno(dolori cronici, algodistrofie, Complex Regional Pain Syndrome…).

L’utilizzo della Neuroterapia Dinamica associa la terapia manuale ad alcune applicazioni specifiche delle microcorrenti permette un’azione mirata ed elettiva sulle sindromi da intrappolamento nervoso (tunnel carpale, tunnel di Guyon, Toracic Outlet Syndrome, esiti di ernie, canale stretto…).

 

3) F.E.R. – La F.E.R. è utilizzata nel trattamento delle problematiche posturali generate da disfunzioni tessutali, sia di origine genetica che post chirurgica, del sistema linfatico, del microcircolo ed anche dello stato cronico dovuto ad un sovraccarico proteico.
I trattamenti di linfodistrofie e lipodistrofie prevedono l’uso esclusivo e combinato di:

  • H.I.C.U. diatermia meccanica ad alta potenza, in grado di produrre un aumento dell’attività enzimatica, maggiore estensibilità del collagene ed un aumento della permeabilità della membrana.
  • H.D.C. diatermia elettromagnetica controllata in temperatura, in grado di produrre una ipertermia programmata e localizzata. Il maggior afflusso di liquidi permette un uso più efficace e duraturo di H.I.C.U.
  • M.T.D. particolari correnti elettroforetiche, già note in medicina estetica, permettono di aumentare la permeabilità dei tessuti, favorendo la penetrazione dei principi attivi a basso ed alto peso molecolare.

magneto terapia phisiolab luganoLa Magnetoterapia è una tecnica che sfrutta i benefici dei campi magnetici a scopo curativo e riabilitativo. Serve a stimolare la rigenerazione cellulare e si utilizza soprattutto in caso di fratture che faticano a rinsaldarsi. Generalmente è utilizzata per stimolare la formazione di nuovo tessuto nelle fratture delle ossa e usa campi elettromagnetici per curare alcune patologie.

Come funziona – È un apparecchio costituito da un solenoide, cioè un avvolgimento elettrico di forma cilindrica percorso dalla corrente, all’interno del quale si genera un campo elettromagnetico, di frequenza variabile (da pochi hertz a qualche migliaio).
Le frequenze utilizzate dipendono dal disturbo da curare: quelle basse stimolerebbero l’attività biologica dei tessuti, mentre le alte avrebbero effetto analgesico.
Le nostre cellule presentano una carica elettrica, che sembrerebbe diminuire in caso di patologie e disturbi di vario tipo. Gli impulsi elettromagnetici servirebbero a ripolarizzare la membrana cellulare, ripristinandone il fisiologico funzionamento. Le onde utilizzate nella magnetoterapia sono del tipo non-ionizzanti e non invasive (non presentano cioè rischio biologico per il paziente) e dunque non vengono assorbite dagli organi o dai tessuti.
A cosa serve – La magnetoterapia trova applicazione in tutte le patologie caratterizzate da dolore e infiammazione. Interviene nella cura di disturbi di tipo articolare e reumatico e vi si ricorre in caso di dolori muscolari o distorsioni, osteoporosi, artrosi, artrite, ernia, vene varicose, mal di schiena in generale, formicolii. Ma anche ulcere da decubito, epicondiliti o edema. La magnetoterapia espleta un’azione antinfiammatoria, ha un effetto antidolorifico, migliora la circolazione sanguigna e accelera la calcificazione delle fratture e la cicatrizzazione delle ferite.

resta informato sulle nostre attività

Iscriviti alla nostra newsletter.

Contattaci.

Phisiolab SA
Via Landriani 7
6900 Lugano

Orari d’apertura:
Dal lunedi al venerdi dalle 7.00 alle 15.00
Mercoledi e venerdi anche  dalle 18.00 alle 20.00
Per appuntamento chiamare il 091 224 83 72 o usare il seguente modulo di contatto: